Zibaldino

Un commento personale sul metodo di Cartesio.


    “Non c’è nulla interamente in nostro potere, se non i nostri pensieri” Cartesio
Un commento, in chiave personale, sull’approccio cartesiano, alla risoluzioni dei problemi che, pur essendo del XVII secolo, è ancora oggi valido.
Ecco le  quattro fasi con cui il filosofo ci spiega la sua metodologia.
“Il primo era di non prendere mai niente per vero, se non ciò che io avessi chiaramente riconosciuto come tale; ovvero, evitare accuratamente la fretta e il pregiudizio, e di non comprendere nel mio giudizio niente di più di quello che fosse presentato alla mia mente così chiaramente e distintamente da escludere ogni possibilità di dubbio.”
Penso che si possa interpretare il primo punto , senza stravolgere il pensiero cartesiano, come occorra  rendere la mente scevra da ideologie politiche,da credi religiosi,da pregiudizi morali, dalla malafede  e dalla superficialità tipica dei nostri tempi, quale prologo ad un ragionamento razionale. Dopodiché, enucleare i soli dati, che abbiano superato la  prova  critica della ragione. Cartesio non poteva certo usare questo linguaggio ,erano i tempi dell’inquisizione e della scolastica, sapeva che fine aveva fatto Galilei, tanto che rinunciò a pubblicare alcuni suoi scritti.
“Il secondo,di dividere ognuna delle difficoltà sotto esame nel maggior numero di parti possibile, e per quanto fosse necessario per un’adeguata soluzione.
Questo secondo punto è, davvero, importante: si tratta dell’analisi del problema. La scomposizione in “parti”, dell’oggetto complesso, sino al raggiungimento dell’unità minima, od oggetto semplice,  e la conseguente classificazione dei risultati ottenuti, sono funzionalità razionali da cui non si può prescindere. Dall’accuratezza dell’analisi  e dalla logicità della  classificazione dipendono la correttezza delle fasi successive.
Il terzo, di condurre i miei pensieri in un ordine tale che, cominciando con oggetti semplici e facili da conoscere, potessi salire poco alla volta, e come per gradini, alla conoscenza di oggetti più complessi; assegnando nel pensiero un certo ordine anche a quegli oggetti che nella loro natura non stanno in una relazione di antecedenza e conseguenza.
Queste, filosoficamente e letterariamente ,splendide righe ,visualizzano il percorso della ragione, come un crescendo sinfonico, dal suono più flebile, dell’oggetto “semplice”,  al pieno orchestrale, dell’oggetto “complesso”, di un’orchestra,il cui direttore è il nostro “Cogito”.
E per ultimo, di fare in ogni caso delle enumerazioni così complete, e delle sintesi così generali, da poter essere sicuro di non aver tralasciato nulla.”
La sintesi, stringente sui dettagli, ma generale sull’oggetto, ed ancora una rivisitazione critica, sul metodo seguito, portano finalmente alla soluzione.
Cartesio mette, al centro del metodo, la razionalità dell’uomo, inteso come puro pensiero. Il “Cogito” è l’insieme di  certezza e dubbio che, in un divenire critico,  superando  il dualismo,  ci fa  raggiungere  la conoscenza.

 


 

 5

Commenti

 commento lasciato da teologia     il 14 Maggio 2006 alle 8:44
belle riflessioni… a presto
link
 commento lasciato da venetomona    il 15 Maggio 2006 alle 12:49
“Non c’è nulla di più distante dal nostro potere, se non i nostri pensieri” .
credi che cartesio si rivolti nella cenere se legge come la vedo io ?
però glielo posso dimostrare!ciao
 commento lasciato da sarcastycon2     il 15 Maggio 2006 alle 14:32
Una cosa è il “pensiero” ed un’altra mettere in pratica il “pensiero”.
Su questo concordo e penso che concorderebbe anche Cartesio,vedi la rinuncia pubblicare certi suoi scrittilink
 commento lasciato da stealthash    il 17 Maggio 2006 alle 11:41
dunque, siamo in tre!
chi manca ancora?
o forse il quarto se ne è andato?
forse ti ricordi dell’abbandono di peter gabriel:
subito dopo, i genesis fecero un bellissimo disco, and then there were three.
tu sai suonare?
personalmente chiamerei FN col suo violino……waiting…………………:)
 commento lasciato da sarcastycon2     il 17 Maggio 2006 alle 19:40
se hai letto il blog ti sarai accorto
che purtroppo ha qualche anno di troppo…
Se tu mi potessi spiegare in parole
semplici il tuo commento te ne sarei grato.
Non so suonare ma amo la musica soprattutto beethoven, dunque sono
rimasto un po’indietro….
Vedi,in questo blog scrivo quello che sento in un determinato momento senza un filo logico in ordine sparso.
infatti l’ho sottotitolato zibaldino
ciao
link

Annunci

16/10/2006 - Posted by | Filosofia e Religioni, Varie

2 commenti »

  1. You ought to take part in a contest for one of the greatest
    sites on the internet. I will highly recommend this website!

    Commento di List Of Microgaming Casinos | 05/12/2012

  2. Hi, I think your website might be having browser compatibility issues.
    When I look at your blog in Opera, it looks fine but when
    opening in Internet Explorer, it has some overlapping.
    I just wanted to give you a quick heads up! Other then that,
    terrific blog!

    Commento di test | 08/12/2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: