Zibaldino

La difesa della nostra Civiltà: l’ultima speranza.

Osservando la realtà odierna, notiamo che il lento declino della nostra Civiltà, iniziato negli anni 70, ha subito, in questo ultimi anni e nell’ultimo in particolare, una forte accelerazione.

  Le cause sono molteplici, ma una è la “madre“di tutte le cause: la mancanza di valori.

  La prima caduta di valori è il disconoscimento delle nostre origini, della nostra Cultura e del nostra Civiltà.

  Si vuol imporre ad un popolo, alquanto individualista, una subcultura di falsa solidarietà sociale, speculandoci sopra.

  Si vogliono imporre, come riparatrici di chissà quali torti, leggi assolutamente innaturali.

  Si vuole  legalizzare la droga, in nome di non si sa quale libertà, forse quella di autodistruggersi.

  Si vogliono eliminare i valori religiosi e morali  appartenenti alla nostra storia, in nome di un progressismo aleatorio ed ipocrita.

  Si esaltano come eroi i terroristi e si disprezza chi i terroristi combatte.

  Si assolvono o si scarcerano fior di delinquenti, con la scusa di un’improbabile riabilitazione o ravvedimento.

  Quando un popolo non ha più valori, quando la degenerazione dei costumi si diffonde a macchia d’olio nella società, questo popolo è destinato a scomparire.

  Valori estranei, sicuramente rozzi e primitivi, ma vitali, bussano alla porta, prima sommessamente e travestiti da agnelli, poi, con arroganza sempre maggiore, mostrano il loro volto prevaricatore.

   Il fallimento politico a destra e a manca è totale ed è la causa acceleratrice di questo declino e, come in tutte le civiltà prossime ad estinguersi ,prolifica la pseudocultura da “basso impero” :  si vende l’anima per 30 denari.

   L’ultima speranza ,anche per un agnostico e laico quale sono, è il Papa ,questo Papa, che ha mostrato aperture verso i non credenti di buona volontà.

   Aiutiamolo, in primis, a cacciare il fumo di satana da certe curie, anche importanti, e combattiamo, insieme, questa battaglia per la Civiltà, per la nostra stessa vita e per la vita dei nostri figli.

   Se qualcuno quarant’ anni fa mi avesse pronosticato, che oggi avrei scritto queste parole, l’avrei preso per pazzo.   

   Sarò certamente criticato, per questa mia scelta di campo, ma non vedo altra soluzione.                 
                   Qualcuno ha, forse, idee migliori e realistiche da proporre ?   

         

Annunci

10/03/2007 - Posted by | Filosofia e Religioni

10 commenti »

  1. Carissimo, dici bene: la crisi della civiltà è dovuta all’oblio responsabile dei valori.
    Sai, un pensatore diceva che il Cristianesimo è umanesimo integrale: ecco perchè la sana laicità finisce per trovare un valido e sicuro alleato nel Papa.
    Il Papa non fa altro che difendere l’uomo nella sua integralità.
    Finché certi valori, supportati dalla cultura cattolica del nostro popolo, sopravvivevano, non ce ne rendevamo conto. Adesso che la cultura cattolica è messa in disparte e avversata, finiscono per avversare anche l’uomo e la sua dignità.
    Non resta altra autorità morale a difendere la civiltà se non il Papa.
    Anch’io non vedo altra soluzione, anche semplicemente basandomi sull’uso della ragione.

    Commento di Anna | 11/03/2007

  2. La nostra è una società al contrario che esalta i disvalori; una civiltà senza né Dio,né patria,né famiglia non è tale.

    Commento di IlPizzino | 11/03/2007

  3. Anna e IlPizzino

    direi che entrambi siate per un verso o per l’altro un po’di parte,ma credo altresì che la Morale non abbia etichette. Mi dispiace solo che,in questo momento,non ci siano laici,di una certa levatura,in grado di assicurare un sostegno onesto e costruttivo. Certe disquisizioni filosofiche e distinguo vanno messi da parte di fronte al comune pericolo. D’altronde tutte le volte che si è tentato di mettere in pratica alla lettera teorie filosofiche,i risultati sono stati scadenti se non disastrosi,vedi marxismo e nazismo.

    Commento di sarcastycon | 11/03/2007

  4. Ehmmm… saremmo di parte. meglio: sarei di parte e va bene. Ma dimmi se è sbagliato quello che ho detto.
    Scusa: l’idea di libertà eguaglianza e fraternità esisteva forse già nel mondo greco e romano con l’accezione che le diamo noi?

    Comunue credo che sia “di parte” chiunque abbia un’identità precisa, chi ha un fondamento a base delle sue convinzioni: gli altri sono come foglie al vento che ogni folata trasporta nei luoghi più impensati!

    Potrei dire allora che anche tu sei di parte. Ma non lo dico, perché la cosa non è rilevante: l’importante è intendersi su certi valori condivisi e partire da lì.

    Se poi non ci sono intellettuali capaci di difendere la nostra cultura (in realtà ci sono – pensa a Pera – anche se sono pochi e non riescono a farsi sentire non per colpa loro), credo che ciascuno di noi può fare onestamente la sua parte testimoniando nel suo piccolo le sue idee: qualcun altro ne sarà incoraggiato o persuaso.

    Anche se siamo pochi e deboli, finchè è possibile dobbiamo lottare per difendere la nostra identità e unirci per gli obiettivi comuni, come la difesa della libertà e dei valori condivisi della nostra storia.

    Commento di Anna | 12/03/2007

  5. L’ultima speranza è il Papa, scrivi.

    Può essere.
    Però, riversare le attese sul capo della Chiesa cattolica è già una volontà a non voler sopperire al declino morale (e non solo) verso cui ci stiamo incamminando.

    Pertanto, se esiste questo barlume di fiducia, che esso si estenda anche ad altri angoli di vita, nella quotidianità di ciascuno, sostenuto da quella speranza che relegare interamente al Vaticano determina forse un’eccessiva responsabilità.

    Un abbraccio Sarc

    Commento di monica | 12/03/2007

  6. Cara Anna e cara Monica

    mi aspettavo delle critiche e l’avevo anche scritto.

    Io non ho detto che bisogna abdicare alla propria personalità ,ai propri ideali ,siano essi laici o religiosi.
    Ho detto che guardandosi intorno l’unica autorità morale di prestigio,esistente in questo momento, è il Papa,questo Papa.
    Benedetto XVI ha il vantaggio di non essere italiano,di essere un uomo di grandissima cultura,e penso,alla luce di quanto disse nel Suo discorso di Verona,aperto ad una collaborazione con i laici,senza per questo voler prevaricare la loro libertà e nel contempo venire a compromessi con la religione.Si chiede solo un rispetto reciproco.
    Converrete con con me, che anche Pera ha buone intenzioni ma di risultati non ne vedo.
    Penso che non sia il momento di guardare a ciò che ci divide,ma a ciò che ci unisce. Visto che la parte laica, con mio rammarico,oltre ad essere divisa è alquanto deficitaria,come struttura ed organizzazione, non vedo cosa osti poter unire le forze, tutte le forze sane,che si riconoscono nella nostra Civiltà e nelle nostre radici.

    Si tratta di percorrere la strada insieme, per la salvezza comune e non di sposarsi.
    Monica,non è una delega in bianco la mia,ma la società sta andando alla deriva e occorre fare qualcosa.
    Non vedo niente di male se Anna continua ad andare alla Messa e noi no, e se dopo stiamo seduti insieme intorno al solito desco.
    Siamo esseri liberi.
    Siamo liberi ma per quanto?
    ciao con affetto
    Marcello

    Commento di sarcastycon | 12/03/2007

  7. SIIIII, RESTAURIAMO IL SACRO ROMANO IMPERO!!!
    TORNIAMO INDIETRO DI 1500 ANNI!!!

    il papa…
    mio dio cosa tocca leggere…

    Commento di MALEDICTUS XVI | 12/03/2007

  8. Maledictus
    invece di parlare a vanvera,se leggevi
    ho chiesto se qualcuno avesse qualche idea
    realistica da proporre.
    Non è con le negazioni che si risolvono i problemi.
    Se poi,gradisci questa situazione e ti piace fare lo scarabeo stercorario fai pure , ma non pensare che tutti accettino questo stato di cose.

    Commento di sarcastycon | 12/03/2007

  9. No. Nessuna idea migliore.
    Forse, i pazzi sono due, io e te, ma in queste condizioni non vedo futuro.
    Quando la gente capirà e si sveglierà, sarà troppo tardi per tornare indietro senza dolore.

    Ciao.

    Commento di marshall | 14/03/2007

  10. Caro Sarc
    Tu lo sai come la penso.

    CAZZUOLA E SPADA

    VIVA BENNY XVI

    Commento di Cristiano doc | 14/03/2007


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: