Zibaldino

Al di là del bene e del male.

Questo il titolo di un famoso libro di Nietzsche.

          Al di là del bene ci siamo andati abbondantemente ed è ora di andare al di là del male.

Cos’è oggi il male?

          E’ il ritorno al passato, dare nuovo fiato ad ideologie obsolete, condannate dalla storia, che portano solo a falsi egualitarismi, a false istanze sociali, a false istanze religiose e, soprattutto, a false istanze politiche.

          La racaille che in Francia è nelle banlieues, da noi permea, fin dagli scantinati, tutti i palazzi della politica, del giornalismo e dei media in generale. Tutto in Italia finisce in politica, tutto gira intorno alla politica, decine di migliaia fra deputati e amministratori locali, per lo più incompetenti  e in malafede, sperperano tempo e risorse economiche per cose assolutamente inutili e spesso dannose.

         Oggi è il regno del politicamente corretto, ovvero la sublimazione dell’ipocrisia, dove “grandi” pennivendoli e piccoli politici, si fanno passare per uomini di cultura, per guru in possesso della verità rivelata; quando altro non sono che ammassi antropomorfi di cellule morte, ma assetate di vil denaro.

         Non si è ancora capito, o peggio si fa finta di non capire, che l’ Europa e l’ Italia, in particolare, stanno precipitando verso il punto di non ritorno, oltrepassato il quale non sarà più possibile salvare la nostra Civiltà.

          L’ecpirosi della reificazione marxista, della politica e dell’islam sono i presupposti imprescindibili per la palingenesi dell’unica civiltà possibile: l’occidentale.

        I sofistici distinguo politici, sono sempre inutili ed  oggi sono dannosi più che mai.

        Veniamo da un secolo drammatico per le aberrazioni, di chi illudendo ed illudendosi, ha tentato  di realizzare filosofie utopistiche, che sono costate centinaia di milioni di morti e che, oggi, si tenta di riportare in auge, con l’aggravante di un’altra utopia, altrettanto sanguinaria, l’islam.   

          Guardiamo al passato, per non commettere i soliti errori, ma il futuro dovrà essere ben altra cosa che la riesumazioni di vecchie politiche ampiamente fallite, se vogliamo che un futuro ci sia: per noi e soprattutto per i nostri figli.

          Non è il momento di ulteriori divisioni, forse, riunendo tutti gli uomini di buona volontà, indipendentemente dai credi, possiamo ancora farcela: ma il tempo sta scorrendo inesorabile.

Annunci

19/05/2007 - Posted by | Filosofia e Religioni

26 commenti »

  1. Perfettamente d’accordo.
    Il marxismo (la sinistra in senso lato), le devianze, le perversioni morali e sociali, l’islam fanatico che non è altro che il vecchio oriente che cerca di invadere l’Occidente, un malinteso concetto di uguaglianza.
    Sono tutti mali contro cui si può e si deve combattere, assieme.

    Commento di Massimo | 20/05/2007

  2. Condivido in tutto!
    Vedi?!
    basta usare in modo corretto la ragione – facendola dipendere dall’esperienza, dalla realtà così com’è e non come uno la immagina – e c’è possibilità di accordarsi con qualsiasi persona!

    Commento di Anna | 20/05/2007

  3. Posso mettere questo blog tra i miei links?

    Commento di Antonio | 27/05/2007

  4. Ciao Antonio
    certo che sì!!
    e grz

    Commento di sarcastycon | 27/05/2007

  5. Non riesco a comprendere la tua avversione all’Islam “sanguinario”. Quando si ammazza, non lo si fa mai in nome di un Dio. E quanta gente abbiamo ammazzato noi, della “nostra Civiltà”? Non c’è bisogno di arrivare fino al medioevo per sentire puzza di cadaveri, basta fermarsi all’Olocausto. Ah già, erano nazisti tedeschi. Ma agli occhi del resto del mondo non c’è differenza tra tedesco o polacco o italiano o inglese. Erano tedeschi, cristiani, europei e dunque Occidentali.

    Islam sono anche i milioni di Turchi che manifestano per le strade in difesa della laicità dello Stato.

    Islam sono anche i Malesi e gli Indonesiani, non certo famosi per la loro sanguinarietà.

    Islam è la civiltà che ha salvato e tramandato a noi così tanto della scienza ellenistica.

    Possibile che si faccia così tanta confusione con le parole? Islamico, arabo, mediorientale, fondamentalista. E’ tutto un grande frullato nel tuo post.

    Commento di Frà | 28/05/2007

  6. Benvenuto frà
    Purtroppo ti devo dire che non sono io ad avere le idee confuse infatti.

    L’islam uccide proprio in nome di Allah,il misericordioso.
    basta sentire i video dei kamikaze e le dichiarazioni delle loro mamme.

    L’islam tiene in schiavitù le donne e pratica l’infibulazione

    L’islam uccide i gay.

    L’islam vuole conquistare il mondo ed instaurare la sharia
    e non lo nascondono, basta guardare i loro siti.
    (forse è meglio rileggersi in cosa consista la sharia)

    L’islam uccide chi si pente di essere islamico. (cioè l’apostasia)

    L’islam tramite gli imam aizza all’odio contro di noi,che troppo generosamente li abbiamo accolti.E,per questo, dobbiamo ringraziare solo i politici avidi di voti…

    L’islam non si integra: vedi gli islamici inglesi addirittura quelli di 2° generazione in grande maggioranza favorevoli agli attentati a Londra.

    i malesi e gli indonesiani hanno ucciso migliai di cristiani forse ti sono sfuggiti alcuni attentati….
    per non parlare dei filippini islamici.
    Il darfur?
    La nigeria, la somalia e potrei continuare alla lunga….
    se questa non è una religione sanguinaria….
    neanche quella della dea Kalì lo è.

    Stando alla lettera esiste, sulla carta, una differenza fra islamico,arabo,mediorentale e fondamentalista.
    Ma sono solo sfaccettature ,più o meno mascherate, di una sola realtà: il fondamentalismo.

    E se guardiamo al passato: la biblioteca di Alessandria??
    tanto per parlare di “cultura”.

    Non credo che Marcantonio Brigadin,se potesse parlare,sarebbe della tua idea.

    In toscana, come in altre regioni siamo pieni di torri mediovali di avvistamento dei saraceni,che venivano a razziare nelle nostre terre uccidendo e rubando. Tanto che da noi vige il detto ,quando si ha paura di qualcuno, “mamma li turchi”.
    Ci volle il granduca di Toscana per sconfiggerli e portarli prigionieri a Livorno ,dove esiste il monumento ai quattromori.

    I milioni di turchi che manifestano in difesa dello stato laico non sono l’islam, sono gente civile.
    Speriamo, per loro e per tutti noi, che riescano a prevalere,in caso contrario la vendetta degli islamici sarà tremenda.

    ciao

    Commento di sarcastycon | 29/05/2007

  7. Continuo a pensare purtroppo che sei un estremista.

    Il Cristianesimo ha ucciso in nome di Dio. Le Crociate per liberare Gerusalemme, i roghi delle streghe. Giordano Bruno è stato ucciso in nome di Dio. Gli Ebrei sono stati espulsi dalla Spagna cattolicissima di Isabella.

    Nelle Lettere di San Paolo c’è scritto a chiare lettere che le donne devono portare il velo. La Chiesa Cattolica continua a ritenere che le donne non possono essere ordinate sacerdoti. Le donne siciliane non godono, di fatto, di maggiore libertà delle donne tunisine. Per lo meno, fino a 30 anni fa.

    I gay sono stati mandati al confino da Mussolini, ai forni da Hitler. Domenica a Mosca i pope benedicevano i naziskin che picchiavano i manifestanti. “I gay sono dei pervertiti che si macchiano di peccato mortale”.

    L’Occidente il mondo l’ha già conquistato una volta e per secoli abbiamo avuto sovrani che affermavano di avere il potere per volontà divina, e non parlamentare. Gli Indios sono stati sterminati ed evangelizzati a forza con la benedizione di Santa Madre Chiesa.

    La Chiesa ha mandato al rogo centinaia di eretici.

    La Chiesa tramite Ratzinger aizza all’intolleranza, in quanto vede nel relativismo etico una minaccia, anziché una forma di amore e di pacifica convivenza tra i popoli. Tradendo il messaggio evangelico.

    I Cattolici non si integrano: basta fare una ricerca storica sulla New York dei primi del ‘900 sugli Irlandesi e gli Italiani. O vedere un film di Scorsese.

    I Malesi e gli Indonesiani sono stati invasi e occupati per secoli da Inglesi e Olandesi. Per non parlare di quello che facevano gli Spagnoli nelle Filippine.
    E l’Irlanda del Nord? Dove in nome di Dio si sono ammazzati tra fratelli?
    Per non parlare, appunto, di Shoah, Sudafrica, Etiopia, Congo, Angola.

    ——————————-

    Con tutto questo non voglio giustificare quello che oggi accade nel mondo. Ma penso che bisogna abbandonare la dialettica del NOI e LORO, perché sono categorie tanto inesistenti che ci portano fuori strada. Così come sarebbe ridicolo attribuire al Cristianesimo lo sviluppo e la storia dell’Europa negli ultimi 1000 anni, così non è possibile rintracciare nell’Islam la causa di tutti i mali.

    Le religioni monoteistiche portano in sé il seme dell’intolleranza percHè si fanno portatrici di verità ASSOLUTE. Non si tratta di Islam o Cristianesimo: nei loro testi sacri puoi leggerci tutto e il contrario di tutto, a seconda dell’interpretazione o di quel che cerchi. Prova ne é che non sono religioni monolitiche, ma piene zeppe di scismi, confessioni, sette.

    Io capisco le tue preoccupazioni, ma non credo che dare tutta la colpa all’islam ci aiuterà a trovare delle soluzioni ai problemi che nascono con la globalizzazione e l’immigrazione.

    Commento di Frà | 29/05/2007

  8. Fra
    se tu avessi scorso qualche altro mio post,avresti visto che sono agnostico, pertanto certe accuse,se le ritengo fondate, alla chiesa cattolica e alle religioni in genere
    non mi tangono.
    Quello che sto dicendo io,oggi, è che si tratta della ns.sopravvivenza fisica e di Civiltà.
    Non si tratta di essere estremisti si tratta di salvare noi stessi e ns. figli.
    Mi devi spiegare per quale motivo “dobbiamo” accogliere
    questa gente, mantenerla e coccolarla mentre il loro unico pensiero è quello di occupare le ns.nazioni ,le ns città ,le ns.case e ,nella migliore delle ipotesi, di convertirci forzatamente.
    Io sono laico(beninteso non laicista), ed anche interessato allo studio delle religioni.
    Quello che fanno le chiese o le altre organizzazioni religiose, al loro interno, è affar loro, se legale, e vale esclusivamente per i loro adepti.
    Non capisco perchè un paese quasi civile, come il ns., debba precipitare nelle barbarie di una religione rimasta primitiva e prevaricatrice.
    Mi devi dire almeno un motivo valido,per il quale dobbiamo abdicare alla ns.Civiltà.

    Intanto fermiamo l’immigrazione selvaggia, che serve solo ai ns. politicanti per cercare di raccattare voti per rimanere sulla poltrona il più a lungo possibile.

    Se pensi che, non negli ultimi 1000 anni ma negli ultimi 2000, il cristianesimo non abbia influenzato la ns. civiltà, sei in una posizione negazionista e perciò antistorica ed antiscientifica.
    Pensa a quanto genio italiano ci sia in S.Pietro…..
    e se non ci fosse stato Giulio II, pensi che Michelangelo avrebbe fatto tutti quei capolavori?
    La storia della civiltà,di tutte le civiltà passate, è permeata di alti e bassi,di salti in avanti e di lunghe pause,di declini e di risorgimenti.Questa è la storia dell’Uomo.
    Ma non capire, la situazioni odierna di grave pericolo e peggio ancora,accettare passivamente un’invasione barbarica
    si chiama EUTANASIA,seguendo il tuo ragionamento stacchiamo la spina subito e non ne parliamo più.
    ciao

    Commento di sarcastycon | 29/05/2007

  9. Non sono di quelli che ritengono che il Cristianesimo non abbia avuto un’influenza sulla nostra società, anzi!!

    Credo però che il miglior modo per evitare un'”invasione barbarica”, sia il rafforzamento della laicità dello Stato e non la presa di posizione nei confronti di un’UNICA confessione, cioè l’Islam.

    Se vogliamo che non ci siano scuole islamiche finanziate dallo Stato, la logica (e la legge) vuole che allora nessuna confessione abbia la propria scuola finanziata dallo Stato. Per fare un esempio.

    In ogni caso preferisco vedere il problema come quello di una maggioranza di individui che si trasferisce da un Paese all’altro in cerca di lavoro e opportunità, così come è stato per tanti Italiani durante il Novecento. Nei posti dove andavano non ricevevano abbracci e carezze, anzi. In molti casi, la brutta fama che si sono attirati se la sono guadagnata, pensiamo in America o in Germania. Un po’ come ora la massa grida “romeni tutti criminali”. Poi però col tempo si sono integrati nelle società di destinazione. E allora perché gli immigrati islamici in Italia dovrebbero fare diversamente?

    Un marocchino o un egiziano, poi, prima che islamico, preferisco vederlo come un Mediterraneo e presenta molte analogie col nostro Sud, ad esempio.

    Cerchiamo di creare uno Stato capace di assorbire nuovi cittadini, per farlo rafforziamo laicità e meritocrazia. Rafforziamo il rispetto della legalità, però per tutti, non solo per gli stranieri. E’ un affronto alla nostra Civiltà e alla dignità umana anche la Napoli della camorra, la Sicilia dell’immobilismo. Molto più dell’invasione islamica.

    Qualche donna vorrà mettersi il velo? E lo facesse! E’ antiestetico, non mi piace, è squallido, ma affari suoi! L’importante è che non lo imponga agli altri. Uno Stato laico con tutti impedisce prevaricazioni e discriminazioni.

    Commento di Frà | 30/05/2007

  10. Frà
    Tu puoi considerare “Mediterranei” e non islamici,anche gli egiziani,marocchini,tunisini ed altri se vuoi.
    Il problema è esattamente opposto: sono loro che non si considerano mediterranei ma islamici.
    Ed è per questo che sono differenti dagli altri immigrati, i quali non cercano di imporci i loro modi di vivere.
    Per quanto riguarda i finanziamenti alle scuole possiamo anche essere d’accordo,però non mi risulta che nelle scuole cattoliche si insegni l’odio razzista come fanno nelle scuole coraniche: i cristiani e gli ebrei sono scimmie e maiali…..per non parlare degli atei miscredenti,che fine dovrebbero fare……(cioè noi due)

    Non vedo alcun motivo di cambiare le ns.istituzioni solo per favorire gente,il cui desiderio è quello di fagocitarci.
    Il loro concetto di integrazione è che siamo noi che ci dobbiamo integrare alle loro leggi ed usanze: sharia sharia sharia.
    Ed io di fare il troglodita non ne ho alcuna voglia.
    In effetti, mi piacerebbe vederti 5 volte al giorno ,con il sederino ritto e la testa rivolta alla mecca,a dire le preghiere ad allah.
    (è una battuta non ti voglio offendere ma solo far riflettere)

    Però non mi hai risposto: per quale motivo dobbiamo accogliere questa gente??
    Quando ,se mai ce ne fosse bisogno,ci sono i polacchi,i rumeni,gli ucraini etc.,che avranno le loro usanze,ma che sicuramente non ce le vogliono imporre.
    Ma non hai letto gli arroganti scritti dell’UCOII e dell’UMI?
    Oltre tutto si fanno vanto di sfruttare le ns.,per loro stupide, leggi democratiche a loro vantaggio,per mettere a tacere le voci dissenzienti.
    I rappresentanti delle suddette organizzazioni,che fra l’altro si sono autoproclamati imam,non si sa con quale autorità, hanno denunciato alcuni giornalisti e professori,perchè dicendo male di loro,
    per la proprietà transitiva,hanno commesso il reato di vilipendio della religione islamica.
    Questo sarebbe già abbastanza ridicolo,ma il peggio è che qualche giudice, darà loro ragione.

    Il rispetto della legalità,già al ns. interno è un problema grave.Le nostre leggi sono troppo permissive e,se non bastasse, ci sono giudici che non le applicano come dovrebbero.Cmq sono problemi ns. che in qualche modo dovremo risolvere,ma aggiungerci ulteriori problemi d’importazione è da pazzi.

    Il problema della camorra si è ulteriormente espanso negli ultimi 12 anni,non sarà che la colpa sia di chi ha governato la Campania e Napoli?
    Per la Sicilia parlare di immobilismo,forse nelle Madonìe,
    ma non certo nelle principali città.
    Ogni regione ha i suoi pregi e i suoi difetti,nessuna esclusa.Tu vedessi l’immobilismo che c’è in Toscana resteresti allibito, nessuna infrastruttura degna di questo nome.Per fortuna che a loro tempo gli antichi romani fecero la via Aurelia e la via Emilia…..
    ciao

    Commento di sarcastycon | 30/05/2007

  11. Macchè, Sarc
    Che vuoi riunire.
    Qui si riunisce solo la vecchia nomenklatura sotto il nome di PD
    Mentre si sta preparando a scendere in campo il partito dei poteri forti che non si fida più di Prodi dopo la debacle delle amministrative.
    Il duca Cordero sta già sellando il cavallo: vuole tentare lui di battere Berlusconi.
    Un salutone.

    Commento di Fort | 30/05/2007

  12. Fort
    ma io intendevo le persone oneste……….
    ciao

    Commento di sarcastycon | 30/05/2007

  13. Su questo punto, credo, la vedremo sempre in modi diversi. Ho amici e conoscenze dalla Turchia, dalla Palestina, dall’Albania, dalla Libia e dall’Iran. Vengono da Paesi molto diversi da loro, per lingua e storia. Sì, sono tutti mussulmani, ma sono persone moderate come te e me. Sono qui per studiare e/o lavorare. Non li vedo assolutamente come “una quinta colonna” di invasori imbevuti di fanatismo. Davvero mi chiedo che gente hai frequentato, per temerli così tanto!!

    Come cittadino italiano (e gay) mi sento molto più sotto attacco dalla Chiesa Cattolica, che da una presunta invasione islamica. Dici che l’Islam vuole imporre la sua visione all’Italia. Attualmente non vedo esempi significativi di ciò. Vedo invece che il papato di Ratzinger vuole far passare le equazioni Italiano=Cattolico, Catechismo=Leggi, Peccato=Reato. Senza alcun rispetto per quel 20-30% di Italiani che non segue i dettami della Chiesa. O che è ateo, o protestante o ebreo o etc etc. Una Chiesa che vuole restringere il libero arbitrio dell’uomo, sancendolo per legge! Delirante.

    Tu hai paura di una minoranza, forse crescente. Io sono preoccupato da una maggioranza antidemocratica e bigotta.

    Mi permetto di usare il termine “bigotto” perché esistono tanti Cristianesimi e anche vari approcci al Cattolicesimo. Quello sostenuto da Ratzinger è tra i più oscurantisti.

    Saluti.

    Commento di Frà | 30/05/2007

  14. Bassolino fa schifo, così come Cuffaro in Sicilia. Se Campania, Calabria e Sicilia concepiscono la politica in modo clientelare e mafioso, il problema non è qual è il colore dei partiti che le governano. Se destra o sinistra. Sono le loro società che esprimono questa politica.

    Commento di Frà | 30/05/2007

  15. Frà
    credo che più bigotti dei musulmani non esista nessuno.
    Avrai anche amici,fra loro,ma non ti fidare,io sono stato in quei paesi per lavoro e non per turismo,non c’è persona più infida di loro.
    E se poi,ci fossero delle lodevoli eccezioni e, senza dubbio ce ne sono,fossero pure 1000 o 10000,rimarrebbero solo lodevoli eccezioni rispetto all’ 1,4 miliardi di islamici.

    Non capisco perchè tu te la prenda con il Papa, lui fa il suo mestiere,tu,come me, non sei obbligato a dargli retta, lui parla per i suoi fedeli.Quelli si che dovrebbero ubbidirgli!e si dimostra anche fin troppo paziente, io al suo posto avrei già cominciato con un buon numero di bolle di scomunica…..per certi che si professano cattolici e che poi, alla resa dei conti, non lo sono danneggiando la chiesa.
    Se c’è una cosa che odio è l’ipocrisia, il doppiogiochismo e quindi la politica.Non si può stare in una organizzazione, sia essa religiosa che laica e poi remare contro.E’ moralmente disonesto.

    La politica è mafiosa per sè stessa,non si tratta solo delle regioni campania ,calabria, sicilia e puglia.
    Ma anche toscana,sardegna ed altre.E’ una mafia che usa mezzi diversi ma sempre di mafia si tratta.
    Pressioni economiche,psicologiche e voto di scambio sono una pratica comune ovunque, qui, magari non ti sparano ma ti tagliano fuori da tutto.
    ciao

    Commento di sarcastycon | 30/05/2007

  16. C’è una differenza sottile: non parla ai fedeli dicendo “cari cattolici, non contraete un dico, non convivete, non ricorrete all’eutanasia, non abortite, etc etc”. Parla allo Stato “cari politici, queste leggi vanno contro la chiesa. non devono essere fatte. chi le fa sarà scomunicato (vedi in messico e argentina)”.

    La differenza è tutta qui. Nel primo caso è attività pastorale, nel secondo lobby politica che colpisce anche i non fedeli. Lo Stato può non ascoltare, ma i politici sono uomini e vogliono essere rieletti. E se i vescovi portano in piazza un milione di persone contro delle leggi laiche, i nostri politici si spaventano e temono di non essere rieletti.

    La favola della Chiesa Cattolica che si occupa solo di anime e non di potere temporale, davvero non può essere bevuta in Italia dopo secoli di storia.

    Commento di Frà | 30/05/2007

  17. Parla ai politici ma a quelli cattolici o presunti tali.
    la scomunica è indirizzata a loro: devono scegliere o laici o credenti, ma non il piede in due staffe.
    Se uno non è cattolico della scomunica se ne frega o no?
    ciao

    Commento di sarcastycon | 30/05/2007

  18. Omosessualità, dibattito pubblico e l’appello alla natura. Una amica del blog ci aiuta a riflettere.

    Commento di noivaldesiforum | 02/06/2007

  19. Buone vacanze!!

    Commento di Fort | 20/06/2007

  20. Però i 15 gg!!!
    Un saluto

    Commento di Fort | 16/07/2007

  21. io non capisco niente di politica visto che sono un po giovane ma so che per me la politica e solo una ”classificazione” di come la pensa certa gente…ma so di certo che questa e gente,uomni con sentimente che possono cambiare come succede ogni giorno che vieniamo influenzati da vari ”agenti” come TV,libri…di qui certa persone seguono anche formando cosi la loro vita…ma non credo che un giorno tutti ptremo vivere in pace perquanto si dovrebbe creare una persona senza sentimenti come:odio,”sete di denaro e di potere”….ma secondo certe teorie non puo esistere bene senza male;cmq per me vivere la mia vita e solo un passare dei giorni senza inseguire nessun sogno, nessuna politica e nessuna religione, come se fossi senza sentimenti.le uniche cose che ”aprovo”(non ho dei limiti e penso che in questo mondo tutti possono fare tutto quello che vogliono e alcuni lo fanno) sono la giustizia e il sapere.quindi adesso che ho scritto un po di quello che pensavo concludo che al di la del bene e del male non ci si possa andare visto la ”limitazione” del nostro sapere(non in senso industriale o materiale) ma la limitazone del nostro pensiero.adesso siamo tutti consapevoli e tutti sapiamo cosa provoca una guerra ma questo non ci ferma a pensare piu di 1 ora…durante gli anni ci sono state guerre ma dopo c’era la pace (anche se non credo che si possa chiamare cosi) ma dopo per altri motovi si comincia un altra anche sapendo a cosa si va incontro(morte),ma si perde cmq questa ragione,quella del prezioso dono che e la vita. ho fatto l’esempio della guerra ma puo essere un idea , una religione o qualunque altra cosa.il fatto e che ci sara sempre una parte buona e una cattiva in questo mondo e non potra essere altrimenti possiamo solo accetarla e controlarla e ci sara una riduzione del crimine del 95% credo e tutti vivremo felici e contenti. 🙂 adesso visto che voglio provare in parte quello che dico alcuni lettori sono d’accordo con me e alcuni no come nella vita ci sono sempre due facce,e oltre a questo non c’e nulla.

    Commento di ICE_FIRE | 02/01/2008

  22. Benvenuto Ice_fire

    Per giovane,come dici essere,mi sembri piuttosto arrendevole nei confronti della vita.
    In giovane età, non ci si deve lasciar trasportare dagli eventi,ma bisogna partecipare attivamente.
    Con questo non voglio dire di fare politica,che sostanzialmente è una cosa sporca, ma porsi degli obbiettivi e tendere alla loro realizzazione, questo si.
    Il “nostro” pensiero non ha limiti,ciascuno di noi può pensare qualsiasi “cosa” ed è l’unica “cosa” che veramente ci appartenga.
    ciao
    Sarc.

    Commento di sarcastycon | 02/01/2008

  23. bello il tuo commento ma… io sono giovane e vero ma questo non mi impedisce di pensare come voi ”grandi adulti” e non mi riferisco a voi del sito ma alla gente normale.vedi il punto e che da quando avevo 12 o 13 anni che ho cominciato a vedere la vita per il reale cio che altri vedono solo quando dicono di essere diventati maturi (a 18 anni) ma in realta ,per me,sono queste stupidi comportamenti a mandare in rovina la conoscenza e cultura di qualcosa;non dico che nella non ci deve essere divertimento ma che ci dobbiamo porre dei limiti e pensare quando facciamo le cose e non vivere solo per i ”nostri sentimenti”.per i obbietivi non ci posso fare niente per adesso visto che i sentimenti ”non gli provo”.Per il pensiero la penso come te ma dobbiamo sempre mettere un pensiero ”meglio” di un altro? Dobbiamo sempre pensare che se il pensiero,visto che e diverso,e sbagliato? cmq quanti anni mi dai?? Scusate se ho messo questo comento un po ”inappropriato” ma volebo rispondere a sarcastycon che e abbastanza bravo a capire…

    Commento di ICE_FIRE | 04/01/2008

  24. x Ice_fire
    Non volevo,dicendo che sei giovane,offenderti ,anzi, ho una certa forma di benevola invidia per la tua età……

    I post li scrivo quasi esclusivamente io, i commenti sono di amici o visitatori casuali,tutti cmq ben accetti,anche se non condividono quello che dico.

    L’età?? direi 15/16 anni.
    In genere è a questa età che ci si comincia a porre problemi esistenziali.

    ciao
    sarc.

    Commento di sarcastycon | 04/01/2008

  25. faccio 17 sto mese ma queste domande me le ponevo a 13(e non credop di essere l’unico) anni ma solo adesso ne parlo perche ho trovato questo sito e perche non ho mai provato un “attrazione” a condividere i miei pensieri e a discutere visto che per quanto si possa parlare non ci si arriva da nessuna parte visto che ,per me,l’80% quello che ascolta non “impara”…per esempio perche si fanno le guerre se si sa gia di soffrire:?: la guerra porta davvero la pace:?: se e solo uno a cominciare la guerra perche tutti lo seguono ❓ i “pacifisti” attendono la pace ma e solo una guerra persa perche difficilmente l’uomo cambia.

    Commento di ICE_FIRE | 04/01/2008

  26. a cmq non mi hai offeso ho solo detto come pensa la maggior parte dei adulti. 🙂

    Commento di ICE_FIRE | 04/01/2008


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: