Zibaldino

1571 battaglia di Lepanto

Oggi ricorre l’anniversario della battaglia di Lepanto del 7 ottobre del 1571. Una battaglia della Civiltà contro la barbaria dell’islam.Ripubblico il post dell’anno scorso ,visto i tempi che corrono,mi sembra opportuno non dimenticare. Corsi e ricorsi direbbe G.B. Vico.  
 

Il Papa Benedetto XVI ha “riabilitato” ,per motu proprio, correggendo una interpretazione errata o volutamente errata,del Vaticano II ,la liturgia di S. Pio V, riammettendo,fra l’altro, la messa in latino e i canti gregoriani con tutta la loro solennità sacrale.
L’avvenimento si può, idealmente, legare alla la ricorrenza della Battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571 , e mi piace ricordare quei personaggi che, allora,
combatterono con la Lega Santa,voluta da S.PioV, per la difesa della nostra Civiltà dall’invadenza e dalla sopraffazione dell’islam.
Certamente il luogo più pertinente è nella stupenda chiesa dell’ordine dei Cavalieri di S.Stefano a Pisa.
L’ambiente austero e solenne invita alla meditazione ed un pensiero commosso va a tutti coloro che combatterono quella battaglia.
Grazie San Pio V
Grazie arciduca Don Juan d’Austria
Grazie ammiraglio Barbarigo
Grazie ammiraglio Venier
Grazie ammiraglio Colonna
Grazie ammiraglio Doria
Grazie cavalieri di S.Stefano
Grazie a tutti i combattenti cristiani che persero la vita nella battaglia.
Il loro sacrificio ha salvato per più di quattrocento
anni la Nostra Civiltà.
Speriamo che, questo sacrificio, non venga reso vano dagli insulsi e squallidi politici
ed ecclesiastici odierni, che non si accorgono , o peggio ancora fanno finta di non
accorgersi, che è cominciata un’altra battaglia di Lepanto ma,
che questa volta la stiamo perdendo.

Alcune immagini
della Chiesa dei Cavalieri in Pisa.

mezzo1rid1.JPG

mezzo2rid2.JPG

Molto interessanti: il vessillo (fiamma di combattimento turca)
issato sulla nave ammiraglia di Ali’ Pascia’ alla battaglia di Lepanto,
il 7 ottobre 1571. Fu assalita e conquistata dalla “Capitana” e dalla “Grifona”
che facevano parte del gruppo di dodici galere dell’Ordine Stefaniano,
che parteciparono a quella storica battaglia. Queste immagini sono state
riprese dal sito

www.stilepisano.it/immagini/

Pisa_Chiesa_dei_Cavalieri_di_Santo_Stefano.htm
Dove potrete trovare più ampi dettagli sulla chiesa e sugli arredi.

Annunci

07/10/2007 - Posted by | storia

8 commenti »

  1. Grande post.
    Vale il commento che ti scrissi l’anno scorso.

    Commento di Marshall | 08/10/2007

  2. L’ho ripubblicato
    per quelli di memoria corta…..
    ciao

    Commento di sarcastycon | 09/10/2007

  3. Heh.. I am proud of my moist character A JOKE! ) Where do you get virgin wool from? Ugly sheep.

    Commento di envifinoulout | 02/11/2008

  4. Ti sei dimenticato di ringraziare l’ammiraglio ANDREA PROVANA DI LEINI’ che comandava il contingente del ducato di Savoia con tre galee:la “Capitana” posizionata di fianco a quella di Marcantonio Colonna,la “Margherita” e la “Piemontesa” nello schieramento di quella specie di “gentiluomo” genovese che volutamente non partecipò alla battaglia. Mi riferisco a Gianandrea Doria, ed è per colpa sua che la “Piemontesa” e la “Capitana” di Malta lasciate
    da sole a contrastare le soverchianti forze del rinnegato calabrese Uccialì si votarono ad un sanguinoso olocausto.

    Commento di Umberto Salvo | 20/11/2008

  5. Umberto Salvo
    grazie per avermelo ricordato,
    Il Provana prende parte alla battaglia di Lepanto (Navpaktos). La “Piemontesa” viene investita da 3 galee turche, una la attacca a prua e due sui fianchi. Al termine del combattimento, di tale nave si salveranno solo 12 uomini (compresi i rematori): fra essi ha avuto modo di segnalarsi Francesco di Savoia. La “Margherita”, viceversa, non partecipa alla battaglia perché troppo antiquata. Nei giorni successivi il Provana rimette a posto la “Piemontesa” e dà alle fiamme la decrepita “Margarita”: la sostituirà con una nave avuta in cambio di una galea turca conquistata. Un’altra la riceverà, sempre come bottino di guerra, dai veneziani.

    Il coraggio dell’ammiraglio Provana fu riconosciuto dalla Regia Marina che battezzò nel 1938 un sommergibile della classe Marcello con il suo nome.
    spero di aver rimediato.
    saluti Sarc.

    Commento di sarcastycon | 20/11/2008

  6. Rimediatissimo

    Commento di alfa omega | 31/01/2009

  7. … e tanti morti per nulla dato che ora, la “nuova” battaglia di Lepanto, la stiamo perdendo, sia pure più lentamente e, quando tutti se ne accorgeranno, la conquista sarà completa e irreversibile.

    Mi inchino a tanto “sapere” dei frequentatori di questo blog.

    Commento di alfa omega | 31/01/2009

  8. Purtroppo hai ragione, ma in europa abbiamo anche chi tifa per far entrare i turchi nell’UE…..
    come se non ci fossero già abbastanza beduini
    grazie della visita
    sarc.

    Commento di Sarcastycon | 31/01/2009


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: